Docente di Lettere - Scuola Superiore

 
area studenti
area docenti
progetti
 

La verità della vita è dove ci portano le nostre emozioni.

Giuseppe Conte, poeta

 
I diari della motocicletta
(The Motorcycle Diaries)
Regia di Walter Salles – Usa, Germania, Gran Bretagna, Argentina, 2004
Con Gael García Bernal (Ernesto Guevara), Rodrigo De la Serna (Alberto Granado)
Durata: 126 minuti



Vicenda: 4 gennaio 1952, Buenos Aires. Ernesto Guevara De la Serna e Alberto Granado partono per un viaggio attraverso l’America Latina a bordo della Poderosa, la moto di Alberto. La prima tappa è Miramar, dove Ernesto incontra la sua fidanzata, detta Chincina. A Santiago, in Cile, la carcassa esanime della moto viene abbandonata e i due proseguono a piedi e in autostop. Giunti a Chuquicamata, famoso centro minerario del rame, si rendono conto delle tremende condizioni dei lavoratori e dello sfruttamento cui è sottoposto il proletariato. Dopo lo sconfinamento in Perù non mancano le tappe a Cuzco e Machu Pichu, dove Ernesto ha modo di entusiasmarsi per la cultura Inca e di contrapporvi lo squallore della capitale Lima. I due amici vivono poi un’importante esperienza umana nel lebbrosario di San Pablo, dove si confrontano con le condizioni dei degenti e con il loro isolamento. Il viaggio prosegue in Colombia e culmina a Caracas, in Venezuela, dove avviene la separazione: ad Alberto viene offerto un lavoro, Ernesto deve tornare a Buenos Aires per ultimare i suoi studi in medicina.

Punti di discussione:
• Il viaggio come metafora interiore: «Quel vagare senza meta per la nostra maiuscola America mi ha cambiato più di quanto credessi».
• I momenti di rivelazione e scoperta del proprio io: il dialogo con la peruviana intorno al fuoco e la scena simbolica dell’attraversamento del fiume a nuoto.
• L’amicizia tra i due protagonisti.
• Il senso di appartenenza, la solidarietà, il rifiuto di ogni ingiustizia come consapevolezza e desiderio di agire in prima persona per riscattare la dignità dei deboli e degli oppressi.

Personaggi:
• Ernesto Guevara (Gael García Bernal). Nel film non emerge l’immagine mitizzata ed eroica del rivoluzionario che sarà (il personaggio iperconnotato e sovraesposto di Che Guevara), quanto l’immagine di un giovane inquieto, con un profondo senso della giustizia e dell’onestà, terribilmente sincero anche a costo di diventare antipatico. Un ventenne a tratti ingenuo e impacciato, ancora privo di formazione politica ma animato da un’inestinguibile sete di conoscenza. Del giovane “Fuser” vengono illustrate le ansie, i dubbi, l’incompiutezza ed anche la malattia polmonare.
• Alberto Granado (Rodrigo De la Serna): è il migliore amico del protagonista, un biochimico grassoccio, biondo e simpatico. Il film è stato girato con l’ausilio dell’oggi ottantenne Alberto Granado, la cui immagine compare dopo i titoli di coda.

Da considerare:
1. Alcuni luoghi di mutazione: Chuquicamata, Cuzco, Macchu Picchu, San Pablo.
2. La funzione allegorica delle foto in bianco e nero.
3. Le fonti utilizzate dal regista: Latinoamericana di Ernesto Che Guevara (Feltrinelli), Un gitano solitario di Alberto Granado (Sperling & Kupfer), la biografia del Che dello scrittore messicano Paco Ignacio Taibo.
4. Il genere road movie. I diari della motocicletta e altri film di viaggio e di attraversamento di territori (Easy Rider, Paris-Texas, Thelma e Louise).

indietro
 
     

Visita il sito del Liceo Scientifico G. Marconi
di Pesaro


www.lsmarconi.it

liceo scientifico g. marconi

 
Include le schede e le recensioni delle ultime novità cinematografiche. Comprende sezioni anche sui formati DVD e VHS. Utile per scaricare locandine e altre immagini.
Archivio del cinema italiano con schede complete, foto, premi, giochi e ricerche.
Recensioni, interviste, conferenze stampa e servizi audio e video dal mondo del cinema.
Film & Chips: panoramica delle migliori recensioni italiane, con articoli originali e critiche comparate. Articoli tratti dai Cahiers du Cinéma e Variety.
Realizzato da studenti e docenti dell'Università di Pavia, propone recensioni, saggi, articoli, notizie ed eventi legati al mondo della celluloide.
Presenta schede informative per alcuni fra i più importanti film italiani dal 1942 al 1975. Ospita inoltre immagini, interviste e recensioni.
Il sito della rivista CINEFORUM.