Docente di Lettere - Scuola Superiore

 
area studenti
area docenti
progetti
 

Tutti i giorni, con il sole Dio ci concede un momento in cui è possibile cambiare ciò che ci rende infelici. Tutti i giorni fingiamo di non percepire questo momento, ci diciamo che non esiste, che l’oggi è uguale a ieri e identico al domani. Ma chi presta attenzione al proprio giorno, scopre l’istante magico: un istante che può nascondersi nel momento in cui, la mattina, infiliamo la chiave nella toppa, nell’istante di silenzio subito dopo la cena, nelle mille e una cosa che ci sembrano uguali. Questo momento esiste: un momento in cui tutta la forza delle stelle ci pervade e ci consente di fare miracoli.

(P. Coelho, Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto)

 

LA FILOSOFIA NEL BIENNIO: RASSEGNA PROGETTI

Il progetto, elaborato insieme alla Prof.ssa Anna Sanchini e riguardante le tematiche del conflitto e della violenza, ha previsto la conduzione in parallelo nelle due discipline di Italiano e Geografia. Per la trattazione specifica, si rimanda al Progetto in possesso della docente. Verranno qui riportati solo il sommario dei testi affrontati e le sezioni di approfondimento.

Premessa all’esperienza filosofica
Per la presentazione dei temi del “conflitto” e della “violenza”:
Visione del video musicale: “Wake me up when September ends” dei Green Day.
Le tipologie di conflitto.
Analisi del film Gran Torino di Clint Eastwood (2008): il passaggio dal conflitto alla condivisione tra opposti gruppi etnici - Cineforum di istituto.
Svolgimento di un’assemblea di classe straordinaria per l’analisi dei conflitti relazionali all’interno della classe (novembre 2009). Ascolto della registrazione dell’assemblea dopo sei mesi (maggio 2010) e riflessione sui cambiamenti avvenuti.

1° unità didattica: Lettura integrale e analisi di un romanzo contemporaneo:

Lettura integrale del romanzo “Quelle stanze piene di vento” di Francesca Di Martino, in vista dell’incontro con la scrittrice (da svolgersi nel settembre 2010)
All’interno di tale lettura sono state effettuate le seguenti attività:
a. La “Fotografia del futuro”: elaborazione di una fotografia degli studenti all’età di 35 anni, in cui si ipotizzano le probabili scelte di vita in ambito familiare e lavorativo.
b. Il “Diario della luce e dell’ombra”: “pensieri in libertà” degli studenti sulla tematica del conflitto e della violenza all’interno della loro personale vicenda esistenziale.
c. Elaborazione di una canzone originale ispirata al romanzo, dal titolo “Lo sai”.

2° unità didattica: Pensieri filosofici sul senso del conflitto (settimana filosofica)

Scrittura creativa su sollecitazione di profumi-aromi derivanti dalla presenza in classe di numerose spezie.
Esame di una favola della tradizionale letteratura per l’infanzia: Rosaspina (La Bella addormentata), nell’analisi psicoanalitica di Bruno Bettelheim “Il mondo incantato” Feltrinelli
Il “gioco della linea”: gioco di ruolo sull’integrazione e sulla violenza, per riflettere su alcune domande di senso, mettendosi nei panni di qualcun Altro, che vive nella nostra società, pur essendone ai margini.
Dibattito sulla violenza per rispondere alle seguenti domande di senso: “Quando un’azione può definirsi “violenta”? A quali requisiti deve rispondere, perché un’azione non sia soltanto la conseguenza di un conflitto, ma violenza?”, “Quali sono le forme di violenza?”, “E’ possibile riconoscere una radice violenta in alcuni atteggiamenti quotidiani apparentemente "neutrali"?”
Analisi di un brano filosofico moderno: Freud, “Perché la guerra? Carteggio tra Freud e Einstein” (1932), Torino, Einaudi, 1989, pp. 81-88.
Dibattito sulla violenza per rispondere alle seguenti domande di senso: “Perché esiste la violenza?”, “Può dalla violenza nascere qualcosa di positivo o dalla violenza viene sempre e solo violenza?”. Intervento in classe di Elisa Rossini, alunna della classe 5^ H, per leggere e commentare l’articolo da lei scritto sul tema della violenza, nel numero di febbraio del giornalino d’Istituto “La Scintilla”.
Incontro con il Filosofo Prof.ssa Bianca Maria Ventura sul tema della violenza: Il concetto della banalità del male nell’opera di Hannah Arendt
Esperimento mentale: Qual è la fatica più grande?
Analisi del film L’onda di Dennis Gansel (2008): la pericolosità del totalitarismo e la banalità del male.

3° unità didattica: Visione di film sul tema: “La violazione dei diritti umani” (VEDI GEOGRAFIA):

La violazione dei diritti delle donne e dei minori in India - Water di Deepa Mehta (2006)
La violazione dei diritti delle donne nel mondo occidentale - Magdalene di Peter Mullan (2002)
La violazione dei diritti delle donne in Afghanistan - Osama di Siddiq Barmak (2002)
La violazione dei diritti dei lavoratori immigrati - In questo mondo libero di Ken Loach (2007)

Il progetto, elaborato insieme alla Prof.ssa Anna Sanchini e riguardante la tematica del rapporto tra libertà e dipendenza, ha previsto la conduzione in parallelo nelle due discipline di Italiano e Geografia. Per la trattazione specifica, si rimanda al Progetto Specifico, dal titolo “Io sono Orebil”, in possesso della docente. Verranno qui riportati solo il sommario dei testi affrontati e le sezioni di approfondimento.

1°unità didattica: La motivazione al percorso filosofico

Ascolto e analisi della seguente canzone: Blowin’ in the wind – Bob Dylan
Lettura e discussione sul brano Che cos’è la filosofia? da Il mondo di Sophia di Jostein Gaarder, Longanesi e &, Milano 2005, pp. 17-20.
Ascolto e analisi della seguente canzone: The spirit carries on – Dream Theater

2° unità didattica: La vera libertà non è INDIPENDENZA ma AUTODETERMINAZIONE

Selezione di alcuni passi da Elogio della disciplina di Bernhard Bueb, Rizzoli, Milano, 2007
Lettura e discussione sul brano: Parola chiave: libertà, tratto da Etica per un figlio di Fernando Savater, Laterza, Roma-Bari 2004, pp.5-12
Lettura del brano Conosci te stesso tratto da Alcibiade primo di Platone, Laterza, contenuto in AA.VV., In cammino, a cura di Bianca Maria Ventura, Franco Angeli 2006, p.47. A questo seguirà la discussione guidata, ispirata alle domande presenti sempre nel libro succitato, p.47.
Lettura di un brano tratto da B.M.Ventura, La fatica e la gioia di crescere. Un impegno per tutti, Mierma, Pieve Torina 1999, pp. 12-14. A seguire, gli alunni si sono impegnati nel “Gioco degli specchi” (cfr. AA.VV., In cammino, a cura di Bianca Maria Ventura, FrancoAngeli 2006, p.50), per valutare la conoscenza di sé nella visione personale, di un genitore, di un amico e di un professore.
Analisi e commento del seguente testo poetico: Libertà di Paul Eluard. Gli studenti hanno poi elaborato in versione grafica (con tecniche miste: disegno personale, collage, acquisizione di fotografie da computer) ogni quartina brano poetico.

3° unità didattica: La consapevolezza della necessaria DIPENDENZA dall’Altro per “dare un senso alla propria vita” è la massima forma di libertà per l’uomo.
L’esperienza di Gino Strada, fondatore di EMERGENCY.

Lettura, in classe, di una selezione di capitoli da Pappagalli verdi. Cronache di un chirurgo di guerra di Gino Strada, Feltrinelli 1999
Antologia filosofica della classe. Dopo la lettura di “Pappagalli verdi” di Gino Strada, gli studenti, divisi in coppie, hanno selezionato un brano a piacere, del quale hanno scritto la “Guida alla lettura filosofica”, ossia un apparato didattico simile a quello del manuale di narrativa in adozione.
Incontro con il filosofo: gli studenti hanno incontrato la Prof.ssa Bianca Maria Ventura. In preparazione all’incontro sono stati analizzati e discussi due brani tratti dal Protagora di Platone, Bompiani, Milano 2001, p.39 e sgg., sulle tematiche: “In che cosa l’esperienza filosofica può renderci migliori? (Brano contenuti in Bianca Maria Ventura e Maria Alessandra Ventura Si era addormentata nella mia mente. L’esperienza filosofica nella scuola di base, FrancoAngeli 2006, pp. 33-34)

Fase di ripensamento:
Rifletti sulla tua vita: scegli un ambito, in cui ti interessi progredire verso il meglio. (Può essere un obiettivo concreto o spirituale; quotidiano o proiettato nel futuro…). Segna poi in un piccolo “diario” gli ostacoli (esterni o legati alla tua interiorità), che hanno rallentato il tuo percorso e i progressi che hanno consolidato l’impulso verso il tuo obiettivo.

4° unità didattica: Quando il rapporto naturale di dipendenza viene alterato dall’egoismo e dalla volontà di sopraffazione, la LIBERTA’ viene VIOLATA

Esame della Dichiarazione dei Diritti dell’uomo
Cineforum sul tema: “La violazione dei diritti umani”

Primo film:
La violazione dei diritti delle donne - Water di Deepa Mehta (2006)
Secondo film:
Un popolo dimenticato: i Curdi – Il tempo dei cavalli ubriachi (2000) di Barman Ghobadi
Terzo film:
Un genocidio ignorato, Ruanda 1994 – Hotel Ruanda (2004) di Terry George
Quarto film:
Riflessioni sulla pena di morte – Dead man walking di Tim Robbins (1995)


Progetto "Quando sei nato non puoi più nasconderti": la filosofia nel biennio (a.s. 2006/'07)

II Progetto Filosofia, coordinato dall’I.R.R.E. Marche, nella persona della Prof.ssa Bianca Ventura, prevede l’inserimento di moduli di studio del pensiero già nel corso del biennio della scuola superiore. Il progetto, elaborato insieme alla Prof.ssa Anna Sanchini e riguardante la tematica del rapporto tra libertà e senso di responsabilità, ha previsto la conduzione in parallelo nelle due discipline di Italiano e Geografia. Per la trattazione specifica, si rimanda al Progetto Specifico, dal titolo “Quando sei nato non puoi più nasconderti”, in possesso della docente. Verranno qui riportati solo il sommario dei testi affrontati e le sezioni di approfondimento.

Articolazione del progetto

1° unità didattica: La motivazione al percorso filosofico

Verifica delle Preconoscenze attraverso la proposta dei seguenti quesiti alla classe, da elaborare tramite “dialogo filosofico”:
Quale immagine si forma nella tua mente alla domanda: “Chi è il filosofo”?
Quali domande emergono dal tuo pensiero, nel momento in cui sai di poter intraprendere un’esperienza filosofica?
Lettura del brano Che cos’è la filosofia? da Il mondo di Sophia di Jostein Gaarder, Longanesi e &, Milano 2005, pp. 17-20.

2° unità didattica: “Quando sei nato non puoi più nasconderti”: il dilemma tra libertà e responsabilità

Lettura del brano: Parola chiave: libertà, tratto da Etica per un figlio di Fernando Savater, Laterza, Roma-Bari 2004, pp.5-12
Cineforum sul tema: “La lotta per i grandi ideali”

Primo film:
la lotta per i grandi ideali nella dimensione dell’infanzia negata
Iqbal di Cinzia Th. Torrini (1998)

1) Lettura di alcuni stralci tratti dal testamento di Iqbal Masih e dalle sue conferenze, senza dichiararne alla classe l’autore. Gli studenti, tramite le parole del bambino, devono individuarne età, sesso e problematica sottesa. Le insegnanti poi riveleranno la storia del personaggio.
2) Consegna della scheda-guida e visione del film
3) Dibattito sul film: la lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile
Il lavoro minorile nel mondo: realtà, cause e drammatiche conseguenze
I diritti dell’infanzia in alcuni documenti internazionali:
- Dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (10 dicembre 1948)
- Dal Patto Internazionale sui Diritti Politici e Civili (16 dicembre 1966)
- Dalla Convenzione 138 dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro sull’età minima lavorativa (1973)
4) Riflessione su brani filosofici connessi alla tematica da affrontare:
La dignità dell’uomo e il libero arbitrio tratto da La dignità dell’uomo di Pico della Mirandola.
La schiavitù tratto da Il contratto sociale di J.J. Rousseau, G.U.M., Milano 1965, pp. 24-26
5) Fase di ripensamento: analisi di una multinazionale connessa allo sfruttamento del lavoro minorile: il caso Nestlè.

Secondo film:
la lotta per i grandi ideali nella dimensione della giovinezza consapevole
I cento passi di Marco Tullio Giordana (2000)

1) Lavoro da svolgere a scuola e a casa:
Gli alunni incontrano lo studente di 5^ C del Liceo Scientifico “Marconi” Marco Perugini, membro nell’a.s. 2005/06 della Consulta Provinciale degli studenti e della Commissione Giovani contro la mafia, che parla della sua concezione di “impegno civile”, insieme con Marco Colocci e Noemi Sponticcia (IV^F), membri attuali della Consulta Provinciale degli studenti
All’interno dell’incontro, visione del filmato Per non dimenticare, sulla “Nave della legalità” (23 maggio 2006), manifestazione commemorativa antimafia in memoria dei giudici Falcone e Borsellino
Lettura quasi integrale, in classe, del testo Gomorra di Roberto Saviano, Mondadori, Milano 2006.
Incontro con quattro detenuti (Stefano, Vittorio, Mirko e Giuseppe) del carcere di Villa Fastiggi (Pesaro), per discutere sulle problematiche emerse dopo la lettura (avvenuta in modo contemporaneo nei due gruppi) di passi del libro “Gomorra”. Il colloquio è stato preceduto da uno scambio epistolare nei due sensi e seguito da un lavoro di ripensamento dell’esperienza da parte degli studenti.
2) Consegna della scheda-guida e visione del film
3) Dibattito sul film: la lotta contro la mafia
4) Lettura di alcuni brani dal testo “L’Italia viva” di M. Capanna e di due scene (20 e 32) della sceneggiatura del film.
5) Riflessione sul concetto di “bellezza” a partire dalla sceneggiatura del film. Lettura dell’articolo “Bello è salvare i tesori d’Italia” di S. Zecchi (da Gente, n° 113)
6) Lettura e commento della lirica “L’infinito” di G. Leopardi (recitata nel film da Peppino Impastato bambino)
7) Ascolto della canzone “Pensa” di Fabrizio Moro

Terzo film:
la lotta per i grandi ideali nella dimensione dell’adulto etico
Hotel Ruanda di Terry George (2004)

1) Lavoro da svolgere a scuola e a casa:
Lettura del brano “Lezione sul Ruanda”, tratto da “Ebano” di Ryszard Kapuscinski, Feltrinelli, Milano 2006, pp.144-158, per comprendere la drammatica situazione storica, che vede come protagoniste le etnie Hutu e Tutsi, e la peculiare condizione degli stati africani.
2) Consegna della scheda-guida e visione del film
3) Dibattito sul film: la lotta contro la discriminazione e il genocidio

Incontro con il filosofo: la Prof.ssa Bianca Maria Ventura, coordinatrice regionale del progetto, discute con gli studenti. La docente dialoga con loro sull’esperienza filosofica che stanno affrontando

Partecipazione alla Giornata Bianca Antimafia, presso l’Adriatic Arena di Pesaro, e ascolto della relazione sull’impegno civile di Don Luigi Ciotti, sacerdote impegnato nell’educazione alla legalità, fondatore del “Gruppo Abele” e di “Libera”

Presentazione di un’associazione medica internazionale di grande impegno civile: Emergency di Gino Strada

Verifica finale di ripensamento tramite le parole di alcuni filosofi:
Manuale di Epitteto, Einaudi, Torino 2006, cap.51
Che cos’è l’Illuminismo di Immanuel Kant, Editori Riuniti, Roma 1991, pp.17-18
Il cielo stellato e la legge morale di Immanuel Kant tratto dal testo Critica della ragion pratica, Editori Laterza, Bari 1955 pp. 199

II Progetto Filosofia, coordinato dall’I.R.R.E. Marche, nella persona della Prof.ssa Bianca Ventura, prevede l’inserimento di moduli di studio del pensiero già nel corso del biennio della scuola superiore. ll progetto, riguardante la tematica del “viaggio interiore come conoscenza di sé”, elaborato insieme alla Prof.ssa Anna Sanchini, ha previsto la conduzione in parallelo delle due classi del Brocca dell’Istituto (2^ H – 2^ C).
Viene qui riportata solo una sintesi del percorso svolto, chiunque voglia ricevere informazioni o materiali sulla trattazione specifica può contattarmi.

Articolazione del progetto

1° unità didattica: La motivazione al percorso filosofico
1. Verifica delle Preconoscenze attraverso la proposta delle seguenti domande alla classe:
Quale immagine si forma nella tua mente alla domanda: «Chi è il filosofo»?
Quali domande emergono dal tuo pensiero, nel momento in cui sai di poter intraprendere un’esperienza filosofica?
Segue discussione degli elaborati scritti.
2. Lettura del brano «Che cos’è la filosofia»? da Il mondo di Sophia di J. Gaarder, pp. 17-20.
3. Intervento del filosofo: Prof.ssa Bianca Maria Ventura, con discussione sui seguenti nuclei concettuali: la conoscenza di sé; la fedeltà alla verità; la capacità di porsi domande filosofiche; i «molti maestri»; la maturazione interiore; l’esperienza del «viaggio filosofico».

2° unità didattica: Il viaggio dentro di sé
a. Creazione di una mappa concettuale sul viaggio
b. Il laboratorio dell’autoritratto: elaborazione di un autoritratto, attraverso la pratica di scrittura creativa, fondata su unità didattiche strutturate, fornite dall’insegnante.
U.D. A: Riprendi una fotografia di te bambino (anni della scuola elementare) e mettila a confronto con una attuale.
U.D. B: Analizza la tua componente spirituale, di sentimenti ed emozioni, in alcune circostanze di incontro con l’Altro e sintetizzali in uno o più sostantivi.
U.D. C: La soggettività nell’amore. Fai il ritratto del tuo / della tua ragazzo/a ideale.
U.D. D: Esamina i tuoi interessi e i tuoi hobby.
U.D. E: la proiezione del sé nel futuro: scatta la fotografia degli anni venturi. Indossa i panni del tuo io del futuro (età: 30 anni), assumendo un particolare look e atteggiamento fisico/mentale e contestualizzandoti in un determinato ambiente (familiare o professionale).
Correda la fotografia di un commento esplicativo, che indichi:
- la motivazione della scelta di quel particolare abbigliamento/acconciatura;
- il motivo di una contestualizzazione familiare o professionale.
U.D. F: Verifica finale. Elaborazione di un racconto autobiografico.
U.D. G: Creazione di un cortometraggio, ispirati ad un racconto originale di uno studente.
c. Unità transdisciplinare: GLI STRUMENTI DELLA CONOSCENZA DI SE’: La teoria delle intelligenze multiple (in collaborazione con la psicologa Alessandra Ulisse del C.I.L.O., Centro Iniziativa Locale Orientamento Giovanile di Fano).

3° unità didattica: L’autoritratto nelle differenti arti comunicative (pluralità dei messaggi come canto delle sirene)
Analisi delle seguenti opere:
Poesia:
Umberto Saba, Ulisse – confronto con la canzone Ulisse di Francesco Guccini.
Edgar Lee Master, alcune liriche desunte da Antologia di Spoon River. Tali opere sono state proposte agli alunni tramite la lettura espressiva del narratore Dott. Simone Maretti, che ha confrontato le poesie con le corrispondenti canzoni di Fabrizio De Andrè.
Narrativa:
Gente di Dublino di James Joyce. Tale opera è interpretata nei suoi contenuti concettuali e attraverso una gara di lettura fra le due classi parallele.
Cinema:
Cineforum dal titolo “Viaggio nell’autobiografia al cinema”.
Realizzazione del cortometraggio “Gocce di memoria” tratto dall’omonimo racconto dell’alunno Giacomo Drago.

Il Progetto Filosofia, coordinato dall’I.R.R.E. Marche, nella persona della Prof.ssa Bianca Ventura, prevede l’inserimento di moduli di studio del pensiero già nel corso del biennio della scuola superiore. Il progetto, riguardante la tematica “Io e gli altri”, elaborato insieme alla Prof.ssa Anna Sanchini, ha previsto la conduzione in parallelo delle due classi del Brocca dell’Istituto (2^ H – 2^ C).
Viene qui riportata solo una sintesi del percorso svolto, chiunque voglia ricevere informazioni o materiali sulla trattazione specifica può contattarmi.

Articolazione del progetto

1° unità didattica: Le motivazioni dei comportamenti

Studio di un caso dal capitolo Giusto e sbagliato in Thomas Nagel, Una brevissima introduzione alla filosofia, Il Saggiatore, Milano 1989
Analisi del brano La legge morale sopra di me, tratto da Sofocle, Antigone: il conflitto tra “norme” regolamentate da uno stato e “leggi non scritte” appartenenti alla natura umana. Breve illustrazione del “ciclo tebano”
Definizioni di “morale” e di “etica”, in compresenza con la prof. di Filosofia del triennio Fraternale Paola
Lettura e schematizzazione ad opera degli studenti dell’intero capitolo Giusto e sbagliato, tratto dal testo Una brevissima introduzione alla Filosofia di Thomas Nagel

2° unità didattica: La morale come risultato di un dibattito che avviene “dentro” di noi. Il concetto di “coscienza morale”

· Il concetto di “autonomia”, come atto di profonda moralità nei riguardi di noi stessi
Analisi di un brano tratto da Ronald David Laing, L’io diviso, Einaudi, Torino 1969 (p.62)
· L’autonomia nell’amore. Analisi di alcuni estratti da:
Erich Fromm, L’arte di amare, Il Saggiatore, Milano 1978
Omar Falworth, L’arte di ... amare e di farsi amare, Essere Felici, Catanzaro
Analisi delle scene IV-X tratte dal terzo atto del Cyrano De Bergerac di Edmond Rostand
Recitazione in classe delle scene lette del Cyrano De Bergerac
Ascolto e analisi della canzone “Cirano” di Francesco Guccini

3° unità didattica: L’Etica come risultato di un rapporto con gli altri, “fuori” di noi

Lettura e commento di un brano tratto da Jean Piaget, Lo sviluppo mentale del bambino, Einaudi, Torino 1976 p.63
Lettura e commento di un saggio giornalistico di Enrico Franceschini, tratto dal “Venerdì” di Repubblica del 30 gennaio 2004, dal titolo “Elogio dell’amicizia”
Ascolto e analisi della canzone “La cura” di Franco Battiato
Gara di lettura a classi unificate (II^ H e II^ C) su “I 60 racconti” di Dino Buzzati

Discussione finale: lettura di un testo filosofico: “Conosci te stesso”

Analisi di un estratto dal dialogo di Platone, Alcibiade primo, Laterza 1967
Dibattito a classi unificate (II^ H e II^ C)

In occasione del Seminario Regionale “Incontro con il filosofo”, svoltosi in Ancona il 23 febbraio 2007, le docenti Gasperini e Sanchini hanno illustrato le progettazioni sviluppate in alcune classi seconde del corso Brocca negli anni scolastici 2003/2004, 2005/2006 e 2007/2008.
Scarica il PDF

Link:
www.irre.marche.it
Il sito dell’Istituto Regionale di Ricerca Educativa delle Marche.

indietro

 

 
     

Visita il sito del Liceo Scientifico G. Marconi
di Pesaro


www.lsmarconi.it

liceo scientifico g. marconi

 
10 anni di emergency 1994-2004
amnesty international
Le notizie, i programmi, le immagini, i protagonisti della rete dedicata interamente alla musica.
Il server degli studenti italiani; ospita una bacheca, un servizio di orientamento e una sezione di notizie universitarie.
Il sito dell’Istituto Regionale di Ricerca Educativa delle Marche.