Docente di Lettere - Scuola Superiore

 
area studenti
area docenti
progetti
 

Tutti i giorni, con il sole Dio ci concede un momento in cui è possibile cambiare ciò che ci rende infelici. Tutti i giorni fingiamo di non percepire questo momento, ci diciamo che non esiste, che l’oggi è uguale a ieri e identico al domani. Ma chi presta attenzione al proprio giorno, scopre l’istante magico: un istante che può nascondersi nel momento in cui, la mattina, infiliamo la chiave nella toppa, nell’istante di silenzio subito dopo la cena, nelle mille e una cosa che ci sembrano uguali. Questo momento esiste: un momento in cui tutta la forza delle stelle ci pervade e ci consente di fare miracoli.

(P. Coelho, Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto)

 

Premio giornalistico "Valerio Volpini" - 4^ edizione 2005/2006

Ventidue studenti del Liceo Scientifico “Marconi” hanno partecipato, nell’anno scolastico 2005-’06, al concorso “Premio giornalistico Valerio Volpini”. Il concorso, bandito dal settimanale “Il nuovo amico” delle 3 Diocesi di Pesaro-Fano e Urbino per ricordare lo scrittore fanese Valerio Volpini ha visto quest’anno la presenza di 1.500 iscritti ed ha registrato il tutto esaurito allo Sperimentale di Pesaro.
Nel corso della manifestazione di chiusura è intervenuto anche l’autore e presentatore televisivo Carlo Conti al quale le scuole e la redazione del “nuovo Amico” hanno assegnato il “Premio Speciale Volpini” per l’attenzione verso il mondo dei ragazzi. Carlo Conti, a sua volta, ha premiato i ragazzi delle scuole vincitrici mostrando in presa diretta come si conduce e si presenta un evento in pubblico.

Premiazione
La premiazione ha avuto luogo Venerdì 12 Maggio 2006, presso il Teatro Sperimentale di Pesaro.
Lo studente Paolo Patani, della classe 2^ D, ha ottenuto il terzo premio corrispondente a 100 euro.
Gli studenti Nicoletta Cerioni, Giulio Cinti e Niccolò Annibalini si sono piazzati rispettivamente al diciassettesimo, diciannovesimo e ventesimo posto.
Complimenti a tutti!!!!!!

La Top-20 delle Scuole Superiori

1. ANDREANI ALESSANDRO - LIC.CLASS.MAMIANI DI PESARO
2. POSTOLI LINDA - LIC.CLASS.STORONI DI PESARO
3. PATANI PAOLO - LIC.SCIENT.MARCONI DI PESARO
4. ROSSI CATERINA - LIC.CLASS. MAMIANI DI PESARO
5. DE LUCA CLAUDIA – LICEO CLASSICO NOLFI DI FANO
6. MARCHIONNI GIULIA - LIC. CLASS. MAMIANI DI PESARO
7. MADONNA ILARIA - LIC. CLASS. MAMIANI DI PESARO
8. SAVERIO FRANCESCO - LICEO CLASSICO MAMIANI DI PESARO
9. GALLI FEDERICA LUCIA - LIC. CLASS. NOLFI DI FANO
10. PELLOS GIAN MARCO - LIC.CLASS.MAMIANI DI PESARO
11. SBROCCA FRANCESCO - IST. F.M. II DELLA ROVERE DI URBANIA
12. PISELLI CHIARA - LIC.CLASS.RAFFAELLO DI URBINO
13. FURIOSI CECILIA – IPSSAR DI CAGLI
14. GUERRA ELISA - LIC.CLASS.MAMIANI DI PESARO
15. TASINI SAMANTHA - IST. ALBERG.S.MARTA DI PESARO
16. MONTAGNA ANITA - LICEO CLASSICO MAMIANI DI PESARO
17. CERIONI NICOLETTA - LIC.SCIENT.MARCONI DI PESARO
18. GROSSI PRISCA ITC DONATI DI FOSSOMBRONE
19. CINTI GIULIO LIC.SCIENT.MARCONI DI PESARO
20. ANNIBALINI NICCOLO’ - LIC.SCIENT.MARCONI DI PESARO

L’articolo primo classificato della sezione Scuole Superiori

Una via alla "Poe"

La Via dell’Ombra: qui anche il vento spira veloce come volesse fuggire

PESARO - Ai pesaresi che girano in centro sarà spesso capitato di percorrere la breve Via del Fallo, che congiunge Via Diaz con Via Giordano Bruno. A quegli stessi cittadini non sarà capitato altrettanto spesso, però, di accorgersi che su Via del Fallo, dalla parte opposta del mare, si apre un’altra via: Via dell’Ombra. E quei pochi che invece si sono accorti dello stretto vicolo avranno ben pensato di evitarlo, intimoriti o dal suo nome o dal ricordo di quei racconti che i genitori narravano durante l’infanzia, per rivelare la presenza di fantasmi o uomini neri.
Nei primi dei circa cinquanta metri lungo i quali si estende, vi sono delle abitazioni e degli uffici che le conferiscono l’aspetto di un comune viottolo urbano il quale, però, dopo pochi passi comincia a mutare. Se prima vi sono alcune finestre semiaperte a rincuorare i passanti, e tra esse una con affissa un’immagine di Cristo che dice: “O bsares c’te pas mache arcordte che me so mort par te. Di na preghiera, fa del ben ma chi è amaled e soferent, e me a pensarò a fel ma te eternament”, a dimostrare che Dio è presente anche nei luoghi più desolati e non ci lascia mai soli, dopo, invece, il coraggio comincia a svanire.
Da un basso muro si tuffano con esuberanza sulla strada dure foglie e rami secchi che al vento riproducono un malinconico fruscio. Procedendo, sopraggiunge la vera ombra, la vera tenebra: impalcature arrugginite sembrano scheletri infreddoliti che si ergono a fatica, da essi penzolano teli scuri e frastagliati che oscillano come anime inquiete. L’ultimo tentativo di risposta alla luce è un antico lampioncino infilzato nel muro scrostato, oggi vinto tuttavia dalla solitudine e dalle tante ragnatele che lo attorcigliano; precede il vero regno dell’ombra un ulteriore telo che si dimena al vento come un appeso che combatte contro la morte.
La Via dell’Ombra, a questo punto, si presenta come indica la sua peculiare denominazione: un lungo arco blocca ogni raggio di sole, ogni scaglia di luce o riflesso, così che i mattoni consunti e schiacciati gli uni sugli altri si uniformano in sfumature di triste grigio. Qui anche il vento spira veloce come volesse fuggire.
Dunque i timori che inducono i pesaresi ad ignorare o ad evitare la Via dell’Ombra non
sono del tutto infondati.
Nessuno, infatti, vorrebbe trovarsi in una tale atmosfera misteriosa, tanto simile a molte di quelle in cui lo scrittore Edgar Allan Poe ha inscenato i suoi racconti del terrore e degli enigmi.

ALESSANDRO ANDREANI
Classe1^ B Liceo Classico “Mamiani
Pesaro


indietro
 
     

Visita il sito del Liceo Scientifico G. Marconi
di Pesaro


www.lsmarconi.it

liceo scientifico g. marconi

 
10 anni di emergency 1994-2004
amnesty international
Le notizie, i programmi, le immagini, i protagonisti della rete dedicata interamente alla musica.
Il server degli studenti italiani; ospita una bacheca, un servizio di orientamento e una sezione di notizie universitarie.
Il sito dell’Istituto Regionale di Ricerca Educativa delle Marche.